Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
MPS: plafond 50 milioni di € per sostegno imprese
Articolo del 26 settembre 2014

Da h24notizie


Banca Monte dei Paschi di Siena incontra gli imprenditori della provincia di Latina ed annuncia l’istituzione di un plafond da 50 milioni di euro per il sostegno finanziario alle imprese e allo sviluppo del territorio. L’annuncio è stato dato oggi nel corso del convegno che si  è tenuto nella Sala Conferenze della sede locale della Facoltà di Economia. L’incontro, organizzato da Banca Mps in collaborazione con Rete Imprese Italia, dal titolo “Montepaschi incontra Latina” è rivolto alle pmi e small business associate. Interventi di Bernardino Quattrociocchi, preside della Facoltà di Economia de “La Sapienza” di Roma, Giovanni Di Giorgi, sindaco di Latina e Angelo Agnoni, presidente provinciale di Rete Imprese Italia. Alla tavola rotonda, moderata dal giornalista Egidio Fia, sono intervenuti Fausto Mecatti, responsabile Area territoriale Centro e Sardegna di Banca Mps, Enzo Vaccarella, direttore provinciale Casartigiani, Antonello Testa, direttore provinciale Cna, Ivan Simeone, direttore provinciale Confartigianato, Italo Di Cocco, vicepresidente provinciale Confcommercio, Giuseppe Fiacco, presidente provinciale Confesercenti.

Le conclusioni dei lavori sono state affidate a Fabrizio Viola, amministratore delegato di Banca Mps, che ha dichiarato: “L’iniziativa di oggi conferma l’impegno di Banca Monte dei Paschi al fianco delle imprese per un sostegno concreto nei processi di crescita e sviluppo, per favorire il consolidamento delle attività imprenditoriali e dare quindi prospettive di futuro. Intendiamo così rafforzare la nostra vicinanza al tessuto produttivo della provincia di Latina, un territorio nel quale il nostro istituto è storicamente ben radicato e dove rappresentiamo una delle principali realtà bancarie”.

“Ho creduto moltissimo nell’ appuntamento odierno, il primo dalla mia nomina avvenuta da pochissimi giorni in qualità di Presidente provinciale di Rete Imprese Italia – ha affermato Angelo Agnoni durante l’apertura dei lavori. Intanto ringrazio Mps perché la scorsa primavera ci ha permesso di firmare un protocollo d’intesa ancora oggi in essere anticipando, proprio in sede di sottoscrizione, all’iniziativa promossa oggi e destinata alle imprese del territorio e questo ad onor della continuità all’interno di un percorso coerente costruito da tempo. Oggi mi faccio portavoce di 5 associazioni provinciali che stanno dimostrando grande attività e questa ne è una prova. Qualche giorno fa, durante il passaggio di consegna con il Presidente Zottola abbiamo ribadito la necessità di avviare un piano strategico di sviluppo e adesso voglio approfittare della sede per  rilanciare l’appello dinnanzi ad alcuni rappresentanti istituzionali: abbiamo cominciato con l’apertura da parte di una delle banche più rappresentative della provincia, adesso l’auspicio è che si arrivi ad un unico piano strutturale condiviso da tutti”.

“Dopo gli accordi stipulati nei mesi scorsi con Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti – ha commentato Fausto Mecatti, responsabile Area territoriale Centro e Sardegna – Banca Monte dei Paschi torna sul territorio con un plafond del valore complessivo di 50 milioni di euro per dare un forte segnale di impegno attivo e disponibilità nei confronti delle singole realtà produttive. L’offerta che abbiamo presentato oggi nasce, infatti, dalla positiva e continua sinergia tra il nostro istituto di credito e Rete Imprese Italia Latina, al fine di rispondere al meglio alle esigenze del territorio e valorizzare le peculiarità di ciascun settore con offerte specifiche e soluzioni di finanziamento dedicate alle imprese associate”.

L’offerta presentata da Banca Monte dei Paschi prevede un importante plafond finanziario, con scadenza al 31 dicembre 2014, rivolto alle aziende della provincia e caratterizzato da finanziamenti a vista e a breve termine e finanziamenti a medio e lungo termine. L’offerta comprende, tra le altre, le aperture di credito con fidi finanziari e commerciali, l’anticipazione rimborso IVA, oltre a finanziamenti generici con ammortamento graduale del capitale, quali, per esempio, i finanziamenti chirografari e con garanzie specifiche (ipoteca immobiliare, privilegio, pegno, ipoteca automobilistica), destinati a soddisfare le necessità finanziarie derivanti dalla complessiva gestione aziendale (acquisto/ristrutturazione immobili, acquisto macchinari, scorte, ripristino della liquidità).

Condividi articolo