Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
Sileoni: Governo porti chiarezza e stabilità
Articolo del 11 gennaio 2014

da RADIOCOR


 

Mps: Sileoni (FABI), Governo intervenga per portare chiarezza e stabilita'

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 10 gen - 'L'attuale situazione di stallo che produce incertezza, preoccupazione e malessere tra lavoratori e clientela del Gruppo Mps deve terminare quanto prima. E' indispensabile che il ministro dell'Economia e lo stesso Governo intervengano per fare chiarezza e per trovare una soluzione condivisa tra l'attuale management e la stessa Fondazione Mps'

Lo dichiara, riferisce una nota, Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi, il sindacato di maggioranza dei lavoratori bancari

'Nei Paesi del Nord Europa, per non parlare degli Stati Uniti - osserva Sileoni - ai primi accenni di crisi i governi sono tempestivamente intervenuti in difesa delle autonomie delle banche e a tutela delle economie dei territori. Il lavoro fin qui realizzato dal nuovo corso della banca non deve assolutamente andare disperso. Auspichiamo, pertanto, che il Governo intervenga per portare chiarezza, stabilita' e continuita' nella banca piu' antica del Paese, nell'ottica di un rilancio dell'istituto e della salvaguardia dei lavoratori, delle loro famiglie e della clientela'.

com-mlp

(RADIOCOR) 10-01-14 18:33:57 (0452) 5 NNNN

 


 

dal sito della FABI

MPS SILEONI: Governo intervenga. Servono chiarezza e stabilità

 

 

“L’attuale situazione di stallo che produce incertezza, preoccupazione e malessere tra lavoratori e clientela del Gruppo MPS deve terminare quanto prima. È indispensabile che il Ministro dell’Economia e lo stesso governo intervengano per fare chiarezza e per trovare una soluzione condivisa tra l’attuale management e la stessa Fondazione MPS”.
 
Così oggi Lando Maria Sileoni, Segretario Generale della FABI, ha richiamato ancora una volta il Governo alle sue responsabilità sul caso MPS.
 
“Nei Paesi del Nord Europa, per non parlare degli Stati Uniti, ai primi accenni di crisi i governi sono tempestivamente intervenuti in difesa delle autonomie delle banche e a tutela delle economie dei territori. Il lavoro fin qui realizzato dal nuovo corso della banca non deve assolutamente andare disperso. Auspichiamo, pertanto, che il Governo intervenga per portare chiarezza, stabilità e continuità nella banca più antica del Paese, nell’ottica di un rilancio dell’istituto e della salvaguardia dei lavoratori, delle loro famiglie e della clientela”, ha detto Sileoni.
 
Intanto per lunedì prossimo, alle 11, è stato fissato l’incontro tra Ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, e sindacati per discutere del futuro del Gruppo.
 
Un incontro chiesto a gran voce dalle organizzazioni sindacali, subito dopo la crisi che si è aperta tra Fondazione e management all’indomani della bocciatura dell’aumento di capitale da parte del CDA.
 
Siena 10/01/2013 
Condividi articolo