Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
Nasce Wibida la banca on line del MPS
Articolo del 19 settembre 2013

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Affari Italiani - che ringraziamo - esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di questo sito, che rimane autonoma ed indipendente.


Banche, Montepaschi diventa web 2.0: nasce Widiba, al via l'online banking affidato a Cardamone

Mps, l'istituto piu' antico del mondo, sbarca nell'era della modernita'

con la nascita della banca online del gruppo senese. Widiba e' il nome del nuovo nato, concepito come parte integrante del piano industriale in corso. La banca online, ha spiegato l'ad Fabrizio Viola, "ha come obiettivo non di ridurre i costi ma di entrare in un nuovo mercato dove ci sono logiche diverse rispetto alla banca tradizionale". Per Viola non si tratta di un lancio "tardivo", tutt'altro, le innovazioni del mondo dell'informatica "lasciano tanto spazio alle banche che voglio affrontare queste tematiche in modo un po' diverso". Widiba parte con una dotazione di un centinaio di dipendenti, in parte provenienti dalla stessa Mps. Personale, ha assicurato Viola, "interessato a giocare questa nuova sfida".

La nuova iniziativa, nelle intenzioni del management, rappresenta "uno dei pilastri per il rilancio e il riposizionamento del business del gruppo". In particolare, si cerchera' "di intercettare le nuove esigenze e i nuovi comportamenti dei clienti nell'utilizzo dei servizi bancari basati su logiche digitali e di costruire una moderna simmetria nel rapporto banca-cliente". La nuova banca, ha precisato il presidente di Mps, Alessandro Profumo, "sara' operativa sul mercato nel 2014" e "rappresenta la migliore risposta a tutti quegli analisti che ci fanno domande su aumenti di capitale o piani industriali. Widiba e' la risposta che siamo una banca al passo con i tempi". Il responsabile di Widiba e' Andrea Cardamone, manager di lungo corso con esperienze in Siemens, Dhl e Ferrovie dello Stato.

Il canale web che sarà operativo dal 2014 è uno dei punti fermi del piano industriale varato lo scorso anno dal duo Viola-Profumo e che dovrà rilanciare la banca al termine di una lunga ristrutturazione. Riassetto che, dopo aver previsto la sottoscrizione i Monti Bond per rafforzare il capitale, porterà a una riduzione dell'organico di circa 4.900 unità entro il 2015. Di queste, 900 cessazioni sarebbero legate alla vendita della controllata Biverbanca, 270 circa deriveranno invece da pensionamenti e 1.660 da esodi. Mentre 1.110 da esternalizzazioni del back office destinate ad aumentare una volta reso pubblico il nuovo piano industriale sottoposto al vaglio dal commissario Ue alla Concorrenza Joaquin Almunia.


Mps lancia Widiba, la nuova banca online.

Per l'aumento "potrebbe esserci più tempo"

Il progetto persegue logiche di risparmio dei costi ma anche di ammodernare il mestiere creditizio. Profumo sul dossier con Bruxelles e sul rafforzamento da 2,5 miliardi: "I 12 mesi per ricapitalizzare potrebbero essere anche di più"

di ANDREA GRECO

da: Repubblica

MILANO - Monte dei Paschi crea Widiba, nuova banca online per intercettare i clienti più giovani e digitali. Il nuovo progetto, con un nome creato tramite un concorso in rete cui sono venute 1.900 proposte, partirà nel prossimo semestre e dovrebbe essere "uno dei pilastri per il rilancio e il riposizionamento del modello di business del gruppo", riporta una nota. Anche perché le esigenze di tagliare ulteriormente i costi, imposte dalla Commissione europea per dare il nulla osta al prestito Monti bond da 4,07 miliardi, costringeranno il management senese a chiudere almeno altre 100 filiali (con qualche migliaio di esuberi) e ripensare il modello di banca commerciale tradizionale basata sulla rete di agenzie.

Wi-di-ba, nella mente del creatore, è l’acronimo di wise (saggio), dialog (dialogo), internet banking (banca digitale); persegue quindi un dialogo saggio attraverso la banca online. Il logo con tre archetti verdi richiama quello tradizionale di Rocca Salimbeni.
Non sono ancora noti numeri e obiettivi industriali del nuovo progetto, guidato da Andrea Cardamone, manager che in passato aveva creato Webank per la Bpm. Di certo il futuro della banca senese, messo in dubbio dalle spericolatezze della passata gestione su acqusizioni, Btp e derivati, sarà meno "fisico" e più "remoto", anche per contrarre ulteriormente i costi, e far fronte alla caduta di ricavi e profitti in atto da anni a Siena.

"Per una banca online non sono necessarie migliaia di persone, in partenza ce ne vorranno un centinaio. Diciamo che una parte del personale sarà preso da chi in Mps sarà interessato a giocare questa nuova sfida", ha detto l'ad Fabrizio Viola, confermando che l'obiettivo è di creare una banca autonoma, detenuta per ora al 100% da Mps ma in futuro non è detto. "L'obiettivo non è quello di ridurre i costi ma di entrare in un nuovo mercato dove ci sono logiche diverse rispetto alla banca tradizionale", ha aggiunto Viola.

La banca online sarà anche un pilastro fondamentale del piano quinquennale che l'ad Fabrizio Viola porterà in cda il 24 per la delibera, prima di inoltrarlo al Tesoro che lo sottoporrà a Bruxelles per l'approvazione. Il vincolo del nuovo documento strategico sarà una ricapitalizzazione da 2,5 miliardi, il 150% più di quanto preventivato originariamente, e per poter rimborsare già l'anno prossimo una parte cospicua del prestito pubblico. L'aumento della somma, e la ristrettezza dei tempi dati dal commissario alla concorrenza Joaquin Almunia, avevano suscitato critiche a Siena e a Roma, anche alla luce del fatto che non si era vista tanta severità nei precedenti salvataggi di istituti tedeschi, olandesi, belgi o britannici.  

Forse per questo il presidente Alessandro Profumo ha mostrato un cauto ottimismo sulla buona riuscita del piano di salvataggio, e sul fatto che i 12 mesi di limite alla maxi ricapitalizzazione destinata a far entrare nuovi soci nella banca (pena la nazionalizzazione) "possono essere anche di più". Il 7 settembre Almunia, aveva indicato come tempistica per eseguire l'aumento l'anno 2014.

Tag articolo
#banca. on line #wibida
Condividi articolo