Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
MPS: Tar, sì multa Bankitalia a Baldassarri, ma...
Articolo del 24 luglio 2013

 (ANSA) - ROMA, 24 LUG - Così come avvenuto per la sanzione inflitta all'ex presidente di Mps, Giuseppe Mussari, il Tar del Lazio ha confermato la multa da 387.330 euro inflitta da Bankitalia all'ex componente del Comitato direttivo (ed ex Vicedirettore generale responsabile della Direzione finanza) della banca, Gian Luca Baldassari. Decisa però la sospensione del giudizio fino a quando la Corte Costituzionale non deciderà se, sulle sanzioni inflitte da Bankitalia, la competenza a decidere spetti al Tar o al giudice ordinario.

Baldassarri, così come tutti gli ex vertici di Mps, si sono rivolti al Tar del Lazio per contestare il provvedimento sanzionatorio da parte di Bankitalia, che ha inflitto oltre 5 milioni di euro di multe nel marzo scorso all'esito di una serie di accertamenti ispettivi.

Il Tar ha respinto la domanda di sospensione della multa rilevando non solo "l'insussistenza del pregiudizio dedotto, atteso che la sanzione pecuniaria può essere, a richiesta, oggetto di rateizzazione e che il ricorrente non ha fornito elementi idonei a configurare di non poter sostenere neanche tale rateizzazione in ordine all'incisione sulle sue condizioni economiche complessive", ma anche "che la difesa del ricorrente non ha altresì dimostrato che la sottoposizione a misura cautelare del proprio assistito non ha consentito di acquisire la reale situazione patrimoniale del Baldassarri né di aver posto in essere tutte le necessarie iniziative a tal fine".

Ritenendo poi "che la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale" delle norme che "hanno attribuito alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie in materia di sanzioni irrogate dalla Consob" e che i giudici amministrativi hanno sollevato un'analoga questione di legittimità costituzionale con  riferimento "all'attribuzione della giurisdizione esclusiva in materia di sanzioni pecuniarie irrogate dalla Banca di Italia", il Tar ha disposto "la sospensione del giudizio in attesa della decisione della questione da parte della Corte Costituzionale, come già disposto per fattispecie analoghe". (ANSA).

Condividi articolo