Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
MPS: L'inchiesta si allarga.
Articolo del 16 maggio 2013

Tra i nuovi indagati nel filone dell'inchiesta sulla cosiddetta "banda del 5%" ci sarebbe anche Roberto Villa, ex presidente di Richard Ginori, già indagato dalla Procura fiorentina per bancarotta fraudolenta. Per Villa l'ipotesi accusatoria dei pm di Siena sarebbe di riciclaggio. Da sempre amico di Gianluca Baldassarri, alla fine degli anni '80 Villa lavorava alla Cofilp, la sim della Popolare di Novara, proprio con l'ex capo area finanza di Mps, in carcere dal 14 febbraio scorso per l'inchiesta sul Monte.

 

Villa sarebbe anche tra i soggetti perquisiti stamani dal Nucleo di polizia valutaria della Guardia di finanza. Secondo quanto ricostruito dalla procura fiorentina che indaga sulla Richard Ginori, Gianluca Baldassarri, tra l'altro, avrebbe anche fatto investimenti nella Starfin, la società con la quale Villa comprò la storica fabbrica fiorentina. I due sono amici da sempre essendo anche nati nella stessa località, Lugo di Romagna, in provincia di Ravenna. 

 

Secondo fonti investigative, inoltre, l'inchiesta senese andrebbe di pari passo con quella dei colleghi della procura di Lugano che potrebbero aver iscritto nel registro degli indagati anche altri personaggi. La stessa procura d'Oltralpe aveva già aperto un fascicolo per riciclaggio anche su Baldassarri.

 

Nell'ambito dell'inchiesta su Mps, da stamattina sono in corso una quindicina di perquisizioni in varie città italiane. L'accusa sarebbe di riciclaggio internazionale. Sarebbero circa venti le sedi diverse in cui sono al lavoro le Fiamme gialle, per lo più tra Roma, Milano e Bologna. Da quanto si apprende, è in corso un'operazione anche in Svizzera, dove i magistrati senesi collaborano con le autorità locali.

Le perquisizioni riguarderebbero, secondo quanto si apprende a Siena, tutte persone fisiche (non sarebbero quindi interessante banche o società) e il filone sarebbe dunque quello della cosiddetta "banda del 5%", ossia i funzionari della banca e di altre società che avrebbero fatto la "cresta" su alcune operazioni effettuate da Rocca Salimbeni.

 

Proprio nell'ambito di questo filone, tra l'altro, venne arrestato Gianluca Baldassarri, l'ex responsabile dell'area finanza di Mps.Intanto si sta avviando verso la chiusura l'inchiesta della Procura di Siena sul suicidio di David Rossi, l'ex capo dell'area comunicazione di Banca Mps che il 6 marzo scorso si gettò dalla finestra del suo ufficio a Rocca Salimbeni. Secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, però, la chiusura formale del fascicolo viene rimandata perché nello stesso fascicolo ci sarebbero degli atti collegati all'inchiesta su Antonveneta, ancora coperti da segreto.

Da: ilsole24ore

Condividi articolo