Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
Viola: siamo pronti per le nozze
Articolo del 16 aprile 2015

L'aumento di capitale di 3 miliardi di Mps, resosi necessario a seguito del deficit di capitale accertato dal comprehensive assessment della Bce, dovrebbe partire il 18 o il 25 maggio e potrà essere sottoscritto fino a settembre.

L'estensione dei tempi per versare i soldi nel rafforzamento patrimoniale dovrebbe essere comunicato da Alessandro Profumo, all'assemblea dei soci in corso a Siena che approverà il bilancio 2014, rinnoverà il cda e varerà l'operazione di rafforzamento patrimoniale.

«Credo che ci sarà un futuro migliore e anche in una fase delicata come quella di un'aggregazione farsi trovare col vestito stirato e con le carte in regola possa rappresentare un'occasione vera e profittevole e non un problema», ha detto l'amministratore delegato Fabrizio Viola intervenendo davanti ai soci. Quello «dell'esplorazione delle opzioni strategiche - ha aggiunto - è un argomento delicato. Al di là delle raccomandazioni della Bce», che per un soggetto vigilato hanno un peso maggiore, lo «scenario macroeconomico non cambierà in modo
particolare» nel breve periodo coi «tassi d'interesse che si manterranno ancora su livelli bassi» e pertanto sarà ancora difficile remunerare il capitale facendo leva sui ricavi. In questo contesto, ha concluso il banchiere, un'eventuale aggregazione con un'altra banca va vista nell'ottica di «migliorare l'efficienza dell'azienda e fare in modo» che la banca «lavori con costi industriali» più adeguati.

L'assise è cominciata in orario alle 9,30, ma dal numero degli iscritti a parlare, dovrebbe durare ancora molte ore. Illustrando le motivazione dell'aumento, Profumo dovrebbe spiegare che i tempi per la sottoscrizione potrebbero essere tenuti aperti fino a settembre. Siena rischia di contabilizzare una perdita di circa 1 miliardo se dovesse chiudere, come le impone Bce, il contratto derivato Alexandria con Nomura. Mps comunque conta di negoziare una soluzione meno dolorosa e traumatica. E forse in vista dell'esito della transazione, verrebbe dato più tempo ai soci per sottoscrivere. 

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/mps-viola-nozze-aumento-capitale/1299726.shtml

 

Condividi articolo