Cerca
Dal
Al
Home Page - Notizie - Dettaglio articolo
Mps ancora in rialzo nel pomeriggio
Articolo del 16 febbraio 2015

Da La Stampa


Ancora acquisti su Mps nel pomeriggio: il titolo della banca senese segna un rialzo del 7,02% a quota 51,5 centesimi dopo un allungo intraday a 52,3 centesimi, ma anche un affondo a 48,33.

Come noto in vista dell'aumento di capitale alzato a quota 3 miliardi di euro si prepara un ingresso del Ministero del Tesoro nel capitale del gruppo a seguito della clausola prevista dai Mondi bond in base alla quale il mancato pagamento degli interessi previsti sul debito fa scattare il loro pagamento in azioni del gruppo.

Attualmente gli interessi sui Monti bond accumulati ammontano a circa 243 milioni di euro che, in caso di conversione dovrebbero portare il Tesoro al 10-11% circa del capitale della banca.

Calcoli più precisi dovranno in ogni caso essere fatti al momento esatto del pagamento degli interessi che dovrà comunque essere effettuato entro il primo luglio 2015. Lo scorso luglio lo Stato ha incassato, con il rimborso della prima tranche di Monti bond e di interessi accumulati, oltre 3,45 miliardi di euro.

Sul ruolo che il Tesoro potrebbe avere una volta entrato nel capitale dalla Banca senese rimangono ancora incertezze anche se il presidente dell'istituto di credito Alessandro Profumo immagina un ruolo di investitore finanziario poco attivo e senza rappresentanti nel consiglio di amministrazione.

A sostenere gli acquisti di queste ultime ore potrebbero inoltre contribuire le voci lanciate da Il Messaggero di un interesse del gruppo assicurativo cinese Hanwha Asset Management.


Da Affariitaliani

Mps nel mirino dei cinesi e il titolo vola in borsa

Nuovo allungo del Monte dei Paschi a Piazza Affari dopo che in mattinata il titolo era riuscito a riagganciare quota 0,50 euro con un rialzo di oltre il 4%. Alle azioni fanno bene i rumors secondo cui cui il gruppo assicurativo statale cinese Hanwha Asset Management avrebbe chiesto informazioni su Mps in vista di un possibile investimento da 6 miliardi

Nuovo allungo di Monte dei Paschi dopo che in mattinata il titolo era riuscito a riagganciare quota 0,50 euro con un rialzo di oltre il 4%. L'istituto senese sale ora dell'8,27% a 0,522 euro continuando a beneficiare di rumor secondo cui il gruppo assicurativo statale cinese Hanwha Asset Management avrebbe chiesto informazioni circa Mps in vista di un possibile investimento. La scorsa settimana Mps era invece salita sulla prospettiva di un ingresso dello Stato italiano nel capitale, attraverso il pagamento in carta degli interessi dei cosiddetti Monti bond.

Insomma, gli analisti e il mercato ci credono. Pare che Hanwha Asset Management sia intenzionata a investire 6 miliardi euro nella banca più vecchia al mondo. E l'operazione non si fermerebbe qui. Anche altri istituti, difatti, sarebbero finiti nel mirino dell'azienda asiatica. Gli analisti di Exane Bnp Paribas hanno un giudizio di Outperform sulla travagliata società del credito, che scambia "su prezzi troppo bassi per essere ignorata".

A parte le indiscrezioni di M&A, anche l'ipotesi di creazione di una bad bank portano ottimismo sulle prospettive della banca. Il prezzo obiettivo per gli analisti è pari a 0,55 euro. Simile anche l'osservazione del team di esperti di Banca Imi, convinto "che l'integrazione di Mps con un altro gruppo bancario aiuterebbe la società a ripristinare una redditività ordinaria coerente con il suo costo del capitale, mentre un mero partner finanziario non accelererebbe il processo".

 

Condividi articolo